Tu sei qui: Home / Registro

ISTRUZIONI PER PRESENTARE LA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

 

Le introduzioni di specie aliene e le traslocazioni di specie localmente assenti ai fini d’acquacoltura sono autorizzate dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Regolamento CE n. 708/2007) 

Come effettuare una richiesta di autorizzazione da parte dell’utente:

  1. Registrazione dell’utente (la registrazione permette di accedere all’archivio personale per caricare la domanda e la documentazione allegata alla domanda)
  2. compilare e firmare la domanda di autorizzazione; inviare la copia cartacea al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali tramite raccomandata, e caricare il file pdf sul sito. 
  3. compilare il fascicolo tecnico con le informazioni richieste e caricare il file sul sito 
  4. predisporre i documenti richiesti nel fascicolo tecnico e caricare i documenti sul sito  

 

La domanda di autorizzazione corredata della documentazione richiesta è esaminata dal Comitato Consultivo il quale verificherà l'ammissibilità della domanda e se il movimento proposto dall'utente si configura come un "movimento routinario" o un "movimento non routinario".

1) nel caso di un "movimento routinario" l'autorità competente può concedere un'autorizzazione indicando, se del caso, se il movimento deve essere preceduto da una fase di quarantena o da una fase di rilascio pilota.


2) Nel caso di un "movimento non routinario" deve essere effettuata una valutazione del rischio ambientale

L'utente, dotato di password, potrà accedere all’archivio per verificare la presenza di eventuali notifiche da parte del Comitato Consultivo e caricare/scaricare documenti. 

 

La decisione di rilasciare o rifiutare un'autorizzazione è notificata per iscritto al richiedente entro sei mesi dalla data della domanda (Art. 10 Reg. CE 708/2007). Eventuali informazioni supplementari possono essere richieste dal Comitato consultivo durante la valutazione della domanda di autorizzazione.

Sono esenti da richiesta di autorizzazione le introduzioni delle specie incluse nell’allegato IV Reg CE 708506/2007 come modificato con Regolamento CE 506/2008. In particolare, le specie che riguardano l’Europa e dunque anche l’Italia, sono quelle elencate nella parte A (la parte B si rifererisce unicamente alle regioni ultraperiferiche della Francia). Tra le specie incluse nella parte A, il Silurus glanis è stata esclusa dall’applicazione dell’art. 2 par. 5 del Reg CE 708/2007 in relazione alle attività di acquacoltura soggette alla giurisdizione dello Stato Italiano (D.M. N.0007792 del 04/04/2017).